2 Marzo 2022

Attivita’ fisica rimedio contro l’ipertensione anche dopo i 65 anni

2 marzo 2022 – Secondo i dati della Organizzazione Mondiale della Sanità circa 1,5 miliardi di persone ha la pressione alta. E’ una condizione tipica della terza età e in Italia interessa un over 65 su due. “Noi medici abbiamo oggi a disposizione armi efficaci per ridurre la pressione arteriosa, ma il problema spesso è la scarsa persistenza e aderenza alla terapia – sottolinea il prof. Agabiti Rosei Past President della European Society of Hypertension (ESH) -. Dopo 12 dall’inizio della terapia circa il 50% dei pazienti ha modificato o sospeso l’assunzione di farmaci. Per invertire questa tendenza è importante la semplificazione della terapia, ad esempio con l’uso di combinazioni di farmaci in una unica compressa. Infatti molto ipertesi, soprattutto anziani, sono affetti da altre malattie e spesso sottoposti a politerapia, ed è ben noto che maggiore è il numero di farmaci e più elevato è il rischio di scarsa aderenza alla terapia”.

Ipertensione è una malattia che può essere curata anche con un farmaco molto speciale: l’attività fisica. Questa regola vale a tutte le età ma dopo i 65 anni è meglio non esagerare.
Ecco la “giusta dose” di sport per un anziano iperteso:
• L’attività deve essere prevalentemente aerobica anche con arti superiori (intensità lieve).
• Intensità: lieve-moderata (40-70% V02 max) negli over 65 sotto trattamento farmacologico.
• Durata: 30-60 minuti a sessione
• Frequenza: 4-6 volte a settimana

L’esercizio fisico regolare è una delle attività migliori per mantenersi in salute. Il movimento, infatti, può prevenire e/o attenuare molti problemi psicofisici collegati all’età, oltre che favorire la socializzazione. Ovviamente, con l’aumentare dell’età è importante seguire una serie di accortezze maggiori ma, se praticato in modo adeguato e con frequenza costante, l’esercizio fisico rimane anche per gli over 65 un’arma fondamentale contro le malattie.