18 Marzo 2022

Studio: il Covid-19 aumenta il rischio di diabete

18 marzo – I malati di Covid avrebbero più possibilità di sviluppare il diabete di tipo 2. La notizia, pubblicato sulla rivista Diabetologia, rivela però solo la possibile esistenza di un’associazione tra Covid e diabete, non un rapporto causa-effetto.

I dati emergono da uno studio tedesco effettuato su quasi 36mila pazienti con Covid selezionati all’interno del database Disease Analyzer. I ricercatori hanno confrontato l’incidenza del diabete tra le persone che hanno avuto il Covid, con un gruppo di controllo composto da individui affetti da infezioni alle vie aeree non causate da Covid.

I risultati mostrano come i casi di diabete di tipo 2 siano più frequenti nei pazienti positivi al Covid rispetto al secondo gruppo con un tasso di incidenza di 1,28. Ciò significa che il rischio relativo di sviluppare il diabete di tipo 2 nel gruppo Covid è del 28% superiore rispetto al gruppo di controllo.

«L’infezione da Covid-19 può portare al diabete attraverso la sovraregolazione del sistema immunitario dopo la guarigione, un processo che può indurre disfunzione delle cellule beta del pancreas e insulino-resistenza, oppure i pazienti potrebbero essere stati già a rischio di sviluppare il diabete a causa dell’obesità o del prediabete e lo stress a cui è stato sottoposto l’organismo a causa del Covid può avere accelerato il percorso. Dato che i pazienti COVID-19 sono stati seguiti solo per circa tre mesi, è necessario un ulteriore follow-up per capire se il diabete di tipo 2 dopo COVID-19 lieve è solo temporaneo e può essere invertito dopo che si sono completamente ripresi, oppure se porta a una condizione cronica», afferma Wolfgang Rathmann, autore principale dello studio.